AGI – Scuola: Fondazione Guido Carli, un’orchestra in ogni istituto

Scuola: Fondazione Guido Carli, un’orchestra in ogni istituto

AGI) – Roma, 27 feb. – Un appello al mondo delle imprese e delle risorse umane perche’ valutino con favore l’inserimento degli insuccessi nei curricula. E una richiesta al Ministro dell’Istruzione e del Merito, Giuseppe Valditara, perche’ sia istituita un’orchestra in ogni scuola, dalle elementari ai licei. Sono le proposte per i giovani e il lavoro con cui la Fondazione Guido Carli, presieduta da Romana Liuzzo, lancia le due Lectiones Magistrales del Presidente di Borsa Italiana, Claudia Parzani, e del Direttore d’orchestra Beatrice Venezi, che apriranno lunedi’ 6 marzo alle ore 17.00 a Roma, nell’Aula Magna Mario Arcelli della Luiss, le celebrazioni per il trentennale della scomparsa dell’ex Ministro del Tesoro e Governatore della Banca d’Italia Guido Carli. “Elogio dell’insuccesso. Le nuove leadership tra gentilezza e diversita’” e’ il titolo della lectio di Parzani. “Cantare fuori dal coro. Le voci delle donne, oltre i pregiudizi” e’ il tema di Venezi.

“Gli ultimi dati che arrivano dal mercato del lavoro – afferma Romana Liuzzo in una nota – raccontano le turbolenze post pandemia. Luci e ombre: a dicembre il tasso di occupazione tra i 15 e i 64 anni e’ salito al 60,5%, il livello piu’ alto dal 2004, mentre le dimissioni sono aumentate del 22% nei primi nove mesi del 2022 rispetto allo stesso periodo del 2021. Cresce la difficolta’ di reperire le figure piu’ qualificate, diventate piu’ concorrenziali, ed emerge un desiderio marcato di novita’ professionale, cosi’ come, soprattutto tra le nuove generazioni, di un maggior equilibrio tra tempi di vita e tempi di lavoro. Il fermento generato dalla ripresa puo’ essere un’occasione per ripensare vecchi paradigmi, come quelli legati alla sterile rincorsa della prestazione e della performance. Pensando ai giovani, come avrebbe fatto Carli, la Fondazione che ho l’onore di presiedere lancia un appello al mondo delle imprese e delle risorse umane: e’ il momento di chiedere che nei curricula siano inseriti anche gli insuccessi. Chi sbaglia e’ capace di osare e oggi, per gestire le complesse sfide economiche e sociali della transizione ecologica e digitale, e’ indispensabile premiare il coraggio, accanto alle competenze. Accettare l’errore significa anche saper coltivare rispetto, gentilezza e ascolto. Sin da piccoli. Ecco perche’ abbiamo scritto al Ministro Valditara chiedendo l’istituzione di un’orchestra in ogni scuola, dalle elementari ai licei. Non c’e’ via migliore per educare bambini e ragazzi a vivere insieme e a dare ciascuno il meglio di se’ senza prevaricare gli altri. La musica, e in particolare la musica d’insieme, e’ uno strumento potente di cittadinanza e di educazione al rispetto”.

28 Febbraio 2023

AGI

Share Post :