Ucraina: Brunetta, non c’e’ alternativa all’Europa

(ANSA) – ROMA, 06 MAG – “Non c’e’ alternativa all’Europa”. Lo afferma il ministro della Pa Renato Brunetta alla presentazione del premio Fondazione Guido Carli parlando degli effetti della crisi ucraina. Brunetta ha sottolineato nel suo discorso l’impegno di Carli, economista, governatore della Banca d’Italia e presidente di Confindustria. “Carli ci ha insegnato da che parte stare, da quella dell’Europa” ha rilevato. Brunetta ha ricordato il prossimo discorso del presidente francese Macron a Strasburgo il 9 maggio che puntera’ per un maggiore impegno e integrazione europea mentre “dall’altro lato, a Mosca ci sara’ un discorso di violenza e involuzione”.

“Oggi – ha spiegato il ministro – Carli starebbe al fianco di Mario Draghi, il miglior interprete di questo spirito del tempo, Zeitgeist, il suo miglior erede. Per un’Europa piu’ forte, piu’ ricca, piu’ giusta e – in ultima analisi – piu’ sovrana. Per quell’Europa che e’ nelle strade di Bucha e nei tunnel di Mariupol, come ha detto ancora questa mattina la presidente dell’Europarlamento Roberta Metsola. Ha ragione: non c’e’ alternativa all’Europa, baluardo della democrazia liberale, della pace e della liberta’. E’ questo che Guido Carli aveva capito prima degli altri”. “Ora tocca a noi – ha concluso Brunetta – Il futuro dell’ordine democratico globale e’ sulle nostre spalle. Dobbiamo difendere la politica della speranza. Whatever it takes.
“L’Europa sara’ forgiata nelle crisi e sara’ la somma delle risposte a quelle crisi”, diceva Jean Monnet. Oggi e’ il tempo delle risposte”.

07 Maggio 2022

ANSA

Share Post :